Correlazioni cerebrali : di Aldo Mauro Bottura

 

Ricercatori della Vanderbilt University e dell’Università del Colorado di Boulder, hanno fatto un confronto dell’attività cerebrale, coinvolta nell’elaborazione delle immagini, di un esperto di automobili e di un principiante. In particolare, si è voluto osservare in che modo il cervello elabora le immagini delle vetture e dei volti.

Si è osservato che negli esperti d’automobili sono stimolate le stesse aree cerebrali che sono attivate nell’osservazione dei volti. Quando invece devono riconoscere simultaneamente auto e volti, sperimentano una sorta d’ingorgo di traffico percettivo.

Ciò avvalora l’ipotesi che nel cervello esiste un’area specializzata solo per l’identificazione dei volti, mentre il riconoscimento degli oggetti è gestito in altri settori del cervello.In fase di riconoscimento poi avverrebbe come una scomposizione dei vari segnali percettivi che sarebbero elaborati uno per volta.

La ricerca è stata pubblicata dal periodico “Nature Neuroscience”. Con la sua “intelligenza” allargata, l’uomo dovrebbe fare del suo meglio per proteggere il bene più prezioso a lui donato  “la vita” e il suo perfetto mantenimento in buona salute. Ma l’UOMO fa sempre ciò che è utile a tale scopo? Forse è meglio saperne di più.

Consigliamo l’attenta lettura di un sito Italiano tra i più autorevoli in materia di prevenzione sia fisica che mentale ed emozionale www.aquiledicristallo.com Da oltre 45 anni, 5012 tecnici, il Dott. Aldo Mauro Bottura, medici e specialisti di fama mondiale collaborano ad un progetto comune, una sana e corretta PREVENZIONE! 

Se preferite scriverci, compilate il modulo e vi risponderemo al più presto .

 

Share