Le case farmaceutiche creano nuovi malati.

Le case farmaceutiche sono ormai talmente schiave del denaro che il loro obiettivo non è più curare le persone ma rendere le persone malate per poterle poi curare.

La medicina moderna e il mondo.

 

Pillole – pillole e pillole avvelenano il nostro corpo.

 

Il mistero delle case farmaceutiche e il rapporto tra farmaci in commercio e malattie esistenti. Ultimamente si producono sempre più spesso farmaci, test diagnostici o apparecchiature mediche. Alcuni di questi hanno un gran valore terapeutico, molti sono solo delle copie di farmaci già esistenti o nuove fantasiose sperimentazioni per malattie immaginarie.

In commercio vi sono oltre 12000 specialità farmaceutiche, ma non esiste un numero sufficiente di malattie per giustificare l’esistenza di tanti medicinali. La maggior parte di essi, probabilmente, servono a combattere gli effetti di altri farmaci.

La TV ci indirizza verso l'abuso di farmaci, giorno e notte.

La forza dei mass media a favore delle case farmaceutiche. In questi ultimi anni stiamo assistendo sempre di più alla diffusione da parte dei mass media di messaggi di paura che, quando vengono adeguatamente analizzati, si rivelano non solo ingiustificati, ma addirittura appositamente creati e gonfiati secondo un piano prestabilito.

Oggi la gente è seriamente terrorizzata: le malattie o semplicemente i piccoli disturbi, sono diventati preoccupazioni all’ordine del giorno. I media bombardano giornalmente i poveri uomini di questa terra con notizie allarmanti di pandemie, epidemie, contaminazioni, facendogli credere che potrebbero essere affetti da chissà quale malattia mortale.

Ipocondriaco

Non è cambiata la salute della gente, ma il modo in cui viene percepita. Al giorno d’oggi i disturbi fisici e mentali sono aumentati, il che non è dovuto ad un cambiamento della gente, o ad un aumento dei pericoli, è solo una questione di paura, fomentata attraverso i mezzi d’informazione. Ora anche la più semplice influenza diventa rischiosa.

Ed eccoci così pronti ad acquistare vaccini che ci rassicurano. Ci siamo chiesti il motivo di quest’aumento delle patologie?

Perché oggi un bambino molto vivace è definito come affetto da sindrome da deficit di attenzione?

O la timidezza è diventata un disturbo sociale ansiogeno?

Perché semplici modi di essere sono diventati rischiosi?

Forse dietro tutto questo c’è qualcuno che dice di lavorare per il bene comune, ma la realtà è che lavora per il proprio bene.

 

Il business della salute

Le colpe delle case farmaceutiche e di coloro che le sostengono. Le case farmaceutiche sono le sole responsabili, affiancate e sostenute ovviamente da governi e organizzazioni malavitose, che deliberatamente pensano a gonfiare le proprie tasche, infischiandosene della povera gente che si fida di loro.

È solo una questione di soldi e interessi, nient’altro. Non importa se si fanno vaccini inutili, e a volte pure rischiosi, non importa se si cura il cancro con chemioterapia e radioterapia, entrambe cure (se così possiamo chiamarle), che nella stragrande maggioranza dei casi indeboliscono e infine uccidono la gente.

A questi uomini di potere non importa

 

L’uomo di oggi dorme un sonno profondo

Sonno profondo

L’uomo di oggi dovrebbe cominciare a rendersene conto, dovrebbe svegliarsi, aprire gli occhi, pensare e capire che ciò che viviamo, molto spesso, è un condizionamento dei media a favore delle case farmaceutiche. Non siamo nemmeno più liberi di essere in salute e non siamo nemmeno liberi di essere malati.

Attraverso la ragione e il buon senso potremmo vivere una vita tranquilla, lontana e indisturbata da paure inesistenti.

Dovremmo imparare a vivere una vita più sana, dormire meglio, mangiare meglio, bere acqua buona e faremo a meno delle medicine, in fondo Ippocrate  qualche anno fa diceva, “noi siamo quello che mangiamo” e se avvertiamo qualche disturbo, è il segnale che stiamo commettendo qualche errore. Fermiamoci e riflettiamo, scoprendo l’errore commesso ritorneremo a vivere una vita SANA.

 

Auguri a tutti.

 

 

Share