IL COUSELING: Dott. DANILO MANUEL BOTTURA

Dott. Danilo Manuel Bottura

Il counseling

Il counseling è un moderno tipo di colloquio dove liberamente si può parlare dei propri problemi.

L’ascolto attivo e il consiglio partecipato sono alcune delle tecniche maggiormente usate nel colloquio.

Il counseling permette sicuramente una via di accesso alle tensioni emotive che invece di interiorizzarsi e introiettarsi all’interno del sé, vengono espulse, recuperate ed analizzate per una successiva ricollocazione o rielaborazione dei propri vissuti.

Perché il counseling?

Perché sempre più spesso non si trova un’adeguata situazione spazio-temporale dove poter esporre le proprie insicurezze, inquietudini, paure, piccole fobie e manie che tutti noi abbiamo.

In una società che sta diventando sempre più ostile e competitiva, dove se hai una difficoltà invece di essere aiutato sei attaccato, deriso se non addirittura affossato, lo spazio per un dialogo libero è sempre più ristretto.

L’ambito familiare da sempre valvola di sfogo e spugna capace di recepire ed assorbire al suo interno le ansie, le tensioni e le minacce esterne, sta divenendo sempre più il luogo meno indicato ove poter estrinsecare il proprio pensiero più sincero e vero, poiché il farlo provocherebbe più danni altrui che benefici propri.

L’ambito delle amicizie e conoscenze, oltre che sempre più ristretto, vive quasi esclusivamente di evasioni e riti consumistici che ci allontanano ancor più dal senso del vivere e dal sé più vero.

Frequentare o sottostare ai riti del gruppo è sempre più la conditio sine qua non per poter rimanere all’interno del gruppo stesso. In una giostra del divertimento e dell’incontro che re-insalda il ruolo nel rapporto, nulla cambia mai.

Le difficoltà, le perplessità o i problemi devono sempre rimaner fuori dalle dinamiche del gruppo poiché disturbano la finta armonia che si viene a creare negli incontri-ritrovi dello stesso.

Non ci si può far vedere tristi, non si possono avere dubbi, incertezze o problemi.

Viviamo costantemente in una società dove dopo aver accantonato la morte, abbiamo anche accantonato il dolore perché dobbiamo essere sempre e comunque tutti belli, bravi, buoni, giovani e felici, cosa che porta a vivere più come maschere di carnevale che come uomini e donne veri.

Il campo di indagine e di applicazione

Di solito è limitato e circoscritto, non possiamo pretendere di arrivare ad una completa ristrutturazione del sé ma si parte e ci si concentra su elementi molto particolari o situazioni di vita molto specifici.

L’obiettivo è cominciare a risolvere questi ambiti di tensione che innescano i circoli viziosi dell’ansia-depressione.

Un nuovo metodo

È il metodo della sospensione del giudizio: non giudicare la persona secondo i propri principi permette di accettare tutte le situazioni e di avere una comprensione della persona nella sua totalità. Basandosi su una forte empatia si riesce ad entrare in contatto con l’altro sulla base delle emozioni vissute e ri-vissute dall’interlocutore.

Un metodo che non prevede più una serie di interpretazioni dove l’interlocutore prende, elabora e fa sua quella a lui più utile ed efficiente ma un percorso da fare insieme con un intervento attivo e partecipativo, un cammino socratico di maieutica: un aiuto attivo al parto delle idee.

Un metodo dove non si è più schiavi di una teoria totalizzante che inquadra, squadra e incasella ogni evento sotto le sue categorie ma caratterizzato dalla libertà di poter spaziare tra tecniche, teorie ed esempi che sono più funzionali alla nostra ricerca.

Il metodo è partecipativo e condiviso, non c’è nessuna virata teorica o necessità che non sia prima concordata, vagliata ed accettata dalle parti.

Un nuovo modello di rapporto

Il counseling permette di instaurare un tipo di rapporto paritario basato sull’emozione e sull’empatia, contro un rapporto medico-paziente troppo patologizzante e discriminante nei confronti dell’usufruitore.

Il dialogo centrato sulla persona evita tutte le posizioni up-down che si possono creare normalmente in una relazione duale.

Tutte e due le parti sono importanti e necessarie per poter raggiungere gli scopi prefissati. Non c’è una figura del conduttore ed una che segue, viceversa non viene lasciato campo libero e aperto senza arrivare o tentare un percorso. Il lavoro è un lavoro di coppia, un lavoro di equipe che prevede il necessario impegno attivo da parte di entrambi. Il lavoro rimane ancorato ad un ambito prettamente emotivo-razionale cercando una solida radice comprensibile piuttosto che una fuga nell’irrazionale o in saperi iniziatici.

Tempi

I tempi sono necessariamente ristretti e concordati insieme. Sicuramente il tempo è determinato, circoscritto e la ricerca ha un inizio ed una fine certa. Il percorso è quindi chiaro e definito: ci si pone degli obiettivi e si cerca di raggiungerli insieme nel tempo prestabilito.

Lettera aperta di presentazione di un membro del nostro staff counseling

“Molte persone vivono la solitudine perché hanno perso la fiducia in chi è loro vicino.

Si sono verificate situazioni ed avvenimenti che hanno determinato in loro una chiusura che li getta in una specie di isolamento che induce tristezza e malinconia. Tutti abbiamo bisogno di qualcuno con cui confidarci, a cui chiedere consigli e da cui sentirci appoggiati.

È insopportabile vivere senza il calore e la vicinanza di altri esseri umani da guardare negli occhi con fiducia e con speranza, da prendere per mano per camminare di nuovo verso il sorriso e l’entusiasmo.

Anche quando ci troviamo a dover intraprendere qualche iniziativa ardua nel lavoro ma soprattutto nei rapporti personali, è un grande sollievo poterci far ascoltare da qualcuno che non sia di parte, che abbia la pazienza e le capacità di darci un parere obiettivo e ci aiuti a superare quel momento nel migliore dei modi”.

SE AVETE QUALCHE PROBLEMA DA SUPERARE E VI SERVE UN AIUTO NON ESITATE, CONTATTATECI E VI AIUTEREMO.

 

E-mail: info@centropangea.it


Dove siamo :

Via Cascina Vergana 31 20041 Agrate Brianza (Mb)   

 

 

Curricula: Dott. Danilo Manuel Bottura Laurea in Psicologia presso la Università Statale di Milano anno accademico 2003 .

 

Master Sui Disturbi del Comportamento Nell’età Evolutiva anno accademico 2005 Università Statale di Milano. 

 

Esperienze: 10 anni di Corsi rivolti alla Crescita e allo Sviluppo Personale e al Counseling. 

 

 

 

Share