UNA POPOLAZIONE OBBEDIENTE, VACCINATA E MICROCHIPPATA

MONDO SPAVENTATO MONDO INGINOCCHIATO

“Lo spavento è profondo, diffuso, generalizzato, per cui siamo a metà dell’opera”, stanno farfugliando nei loro covi segreti, i caporioni del NOM, Nuovo Ordine Mondiale.

La Germania è col morale a terra. La Francia non è da meno. I vicini se la stanno facendo addosso.

Nelle zone lontane dell’America Latina, dell’Africa e dell’Asia, quanto succede nell’asse Berlino-Parigi-Londra diventa automaticamente specchio e punto di riferimento.

Motivi per fregarsi le mani e per esultare non mancano, e la febbre sale nelle bacate menti del Gruppo Bilderberg.

LA RUOTA CHE GIRA

La situazione in sé e per sé non avrebbe nulla di particolarmente drammatico. Ogni anno, col passaggio dal freddo al caldo, dal secco all’umido, dalla natura morta invernale a quella vivace e rifiorente dell’estate, si produce sempre e comunque nel mondo un incremento di decessi tra chi è già messo male, con centinaia di migliaia di persone che ci lasciano per altri lidi, per malattie di diverso tipo, per complicazioni cardiache, epatiche e renali. E’ la ruota della vita che gira come ha sempre fatto, tra chi nasce, chi cresce, chi si ammala e chi se ne va.

Perse le foglie, anche il migliore albero soccombe. Persa la forza immunitaria, persa magari la voglia e la motivazione di vivere, si attua implacabile il ricambio anche tra gli uomini.

IL MORBO DELLA PAURA

Le statistiche parlano di 50 mila/anno per gli USA e di 8 mila/anno per paesi come l’Italia, mentre Francia, Germania, Inghilterra e Spagna, registrano più o meno le stesse cifre.

Solo che nelle pandemie si accentua l’attenzione del pubblico su alcuni casi particolari, caratterizzati da farmaco-resistenza e da marcata tendenza al peggioramento. E su questi fatti si innesca il morbo più terribile di tutti, che è quello della paura. La paura che qualcuno ti trasmetta il batterio-killer. Paura a volte logica e comprensibile, ma a volte, o meglio il più delle volte, priva di ogni senso. Se morissero cento persone per un qualsiasi motivo, e si tenesse la cosa segreta, tanto per fare un esempio ipotetico, non succederebbe niente di particolare, e il mondo continuerebbe a girare come ha sempre fatto.

CHI SI TIENE PULITO INTERNAMENTE NON HA PAURA DI NIENTE

Basterebbero in altre parole alcuni ingredienti-chiave, per salvarsi da qualsiasi evenienza naturale o anche ingegnerizzata. Basterebbero maggiore serenità, mantenimento di un buon ritmo respiratorio, traspirazione cutanea, esposizione solare, alimentazione leggera, vivificante e vitaminica, nonchè una ventata di cultura igienistica a contrasto della cultura medica mercificata e corrotta oltre ogni dire.

L’imbroglio è sempre quello. Quello del contagio che, indipendentemente dal superbatterio casuale o bioingegnerizzato, non esiste. Quello della peste bubbonica contagiante, che non esiste.

Ciò che continua ad esistere è invece la gente stitica e intossicata, carica di veleni e di batteri richiamati dalla sporcizia interna. Quello che serve a Big Pharma è il contagio. E’ la paura del contagio. Solo la paura porta la gente alla vaccinazione.

L’ESCHERICHIA COLI CE LO ABBIAMO TUTTI

La gente carnivora non sa che ha nel suo colon batteri putrefattivi tra 1 e 100 miliardi per grammo di massa fecale, con incluso ovviamente l’Escherichia coli, sia in versione saprofitica che in versione putrefattiva, trattandosi di batterio mutante.

E non sa che alimentandosi in modo decente, cioè in modo crudista-vegano, si crea un migliore equilibrio tra batteri aerobi (saprofiti) e batteri anaerobi (putrefattivi leggeri ed accettabili, se derivanti da proteine vegetali). La gente non sa nemmeno che differenza passa tra un batterio e un virus, tanta è la diseducazione che la classe medica ha diffuso a raggiera.

SERVE PAURA E SERVE MALATTIA

Il regime sanitario mondiale blocca poi ogni iniziativa nel campo della salute. Vige il divieto di pensare e di ragionare, di insegnare ed imparare. Trattasi di campo minato, di argomenti riservati ed esclusivi su cui è vietato per legge metterci le mani.

Vige il divieto di essere sani, di voler guarire, di voler puntare alla libertà, al benessere, alla serenità.

Serve paura e serve terrore. Serve malattia, la più terribile ed infettiva che la gente possa immaginare.

L’OBIETTIVO FINALE E’ LA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA DI MASSA

Tirato un sospiro di sollievo per l’assoluzione del cetriolo e delle altre malcapitate verdure, è ripartita la bagarre coi germogli e poi infine con gli hamburger della Lidl. Continuerà ancora con altri focolai ed altre epidemie. Troppo grande è il mondo per fermarsi lì.

Troppo numerosi sono i batteri per limitarsi a una demonizzazione di un paio di essi, tra l’America e l’Europa. L’importante è non dare tregua al panico e al terrore. L’importante è martellare la gente coi telegiornali, tenerla sul chi va là, spingerla nuovamente alle mascherine, al disinfettante, allo stare alla larga, al guardare al prossimo con un malcelato sospetto, a farsi inoculare il magico vaccino.

ESCHERICHIA COLI IN EUROPA E STAFILOCOCCO AUREO IN AMERICA

La HUS, o Hemolutic-Uremic-Syndrome che blocca i reni, fa esplodere i globuli rossi e azzera i linfociti, fa anche morire diversa gente. La fifa generata è pertanto più forte di ogni invito alla calma. Gli americani sono abituati da tempo a questo stato di allerta. Il loro superbug non è l’Escherichia Coli modello 0104:H, ma si chiama MRSA (Methicillin-resistant-staphylococcus-aureus).

LA REGIA DEL TERRORE

In altra tesina ho parlato di regia del terrore. Non basta dire le cose, occorre citare nomi e cognomi. Per fare questo non occorre rivolgersi ad agenzie investigative. Basta accendere il computer e fare qualche piccola e paziente ricerca.

Sappiamo chi sono, cosa fanno e perché lo fanno.

Quanto sta accadendo oggi non va disgiunto dalle beffe precedenti sull’Aids, l’Aviaria e la Suina. Trattasi di un continuum logico, ritmato e concatenato.

IL VIRUS DELLA PANDEMIA MESSICANA 2009

Con la messicana del 2009, la stragrande maggioranza dei colpiti, e in quel caso si trattava del virus A (H1N1), non subiva poi disturbi particolarmente gravi, per cui l’impazienza e l’urgenza di somministrare il vaccino ad ogni costo, di rifornire ogni ministero della salute del pianeta di uno stock di Tamiflu firmato da David Rumsfeld, ministro-chiave del governo Bush, non poteva non suscitare gravi sospetti. Già in quell’occasione avevo scritto un paio di tesine come “Elementi demenziali della messinscena virale planetaria”, del 30/7/09, e “La farsa del contagio batterico-virale”, presentata alla conferenza AVA di Roma del 18/1/10. Sarebbe interessante sapere che fine ha fatto il consistente e scandaloso stock importato dal Ministero della Salute del nostro paese.

LA VERA LOTTA NON E’ CONTRO I BATTERI E I VIRUS, MA CONTRO CHI FA DI ESSI UNO

STRUMENTO TERRORISTICO

In tale circostanza, il dr Peter Golden riconobbe che l’influenza non era poi così grave, ma che era meglio, ad ogni buon conto, somministrare il vaccino. Riguardando tra le carte si viene a sapere che lavorava per conto della Associazione Medica Britannica, controllata, indovinate da chi, dai Rothschild. In effetti, la paura dei batteri e dei mali che causano è tutto sommato priva di senso.

Molta paura si dovrebbe semmai avere di chi si muove sinistramente nell’ombra, tirando le fila e manovrando le pedine e uomini a suo vantaggio e a suo piacimento.

LA CLAMOROSA DENUNCIA DI JANE BURGENMEISTER CONTRO OBAMA E CONGREGA

Grazie alla giornalista austriaca Jane Burgenmeister, si apprese che i complottisti del regime sanitario, i trasportatori di vaccini bio-ingegnerizzati erano Barack Obama, David Tabarro (coordinatore ONU per l’influenza), Margaret Chan (direttrice OMS), Kathleen Sibelius (ministro servizi umani HHS), Janet Napolitano (ministro degli interni), David Rothschild (banchiere), David Rockefeller (banchiere), George Soros (banchiere e macro-speculatore), Alois Stoger (ministro austriaco della salute).

Nessuna giornalista coraggiosa come la Burgenmeister a Roma, Parigi e Londra, altrimenti qualche altro nome sarebbe di certo venuto fuori. Per non parlare di giornalisti maschi, tutti o quasi tutti coccolati e riveriti sotto il comodo e conveniente mantello di mamma RAI, e delle rispettive testate.

LE AMBIZIONI VACCINATORIE DEL CDC E DI DAVID ROCKEFELLER

I centri di controllo malattie (CDC), manovrati in USA dai Rockefeller annunciano e ripetono già dal 2008 che i bambini non vaccinati dovranno ricevere in autunno ben 4 vaccinazioni (2 per la stagionale e 2 per la suina nel 2009), o 3 vaccinazioni per quelli già vaccinati.

Le raccomandazioni dell’OMS sono poi vincolanti militarmente per 200 e più paesi, secondo l’Atto Internazionale di Regolazione della Salute, del 2005, che scavalca e vanifica ogni Costituzione e ogni regolamento nazionale.

UN TAMIFLU CARICO DI PERICOLOSI VELENI

Il connubio Rothschild-Rockefeller, è quello che detta legge al fantoccio, nonché presidente degli USA di turno, Barack Obama. E’ da qui che partono gli ordini per il mondo intero, per i ministri e i sottosegretari della salute dei vari paesi-colonia.

Nel caso della peste messicana, il Tamiflu era costituito da mercurio, formaldeide, fosfato di alluminio, aspartame, tessuti fetali umani, cellule renali e polmonari di scimmia, MSG o glutammato monosodico, siero fetale bovino. Chiaro che, di fronte a questi componenti sconci, il pericolo più grande non era l’influenza quanto il vaccino.

IL BILDERBERG E LA TAVOLA ROTONDA

Il gruppo Bilderberg, più volte denunciato dalla Burgenmeister, è una creazione della dinastia Rothschild, ed è stato amministrato per decenni da David Rockefeller e da Henry Kissinger. Risponde a una società segreta, pure dei Rothschild, chiamata The Round Table (La Tavola Rotonda), che fu inizialmente diretta da Cecil Rhodes, il saccheggiatore storico del Sud Africa.

NOVARTIS E BAXTER NEL MIRINO

Le denunce della Burgenmeister hanno coinvolto la Novartis Int’l AG, la Baxter AG e la Baxter Int’l, tutte legate alla pandemia messicana e responsabili pure di aver inserito deliberatamente i virus A(H1N1) nei vaccini anti-influenzali della stagione autunnale 2008, cusando in pratica la pandemia primaverile messicana del 2009. Quello della Baxter, non a caso, è un curriculum non certo immacolato. Nel 2001 morirono più di 50 pazienti in dialisi, per causa di difetti alle attrezzature della Baxter. Nel 2007 morirono 81 persone a causa dell’eparina guasta della Baxter. Nel 2008 si è scoperto che la Baxter gonfiava di oltre il 1300% il costo dei farmaci endovena destinati allo stato del Kentucky.

IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO

Eppure, questa è stata l’azienda prescelta per la distribuzione mondiale del Tamiflu. Il bello della storia è che il brevetto A(H1N1) era già stato registrato il 28/8/2008, otto mesi prima della pandemia messicana. Era stato dunque disegnato e pianificato con largo anticipo, similmente a quanto successo con l’Aids e con le pandemie precedenti. Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

UNA DITTATURA DI TIPO FAMILIARE

Torniamo però alla situazione di oggi. Cambiano le influenze, da virali a batteriche e a superbatteriche, ma la realtà dietro le quinte rimane sempre la stessa. Quello che ha scoperto la brava e coraggiosa giornalista austriaca, e che ha pure conformato lo stesso David Icke, è che una selezione ristretta di famiglie interconnesse sta cercando di imporre una dittatura fascista plutocratica per il totale controllo dell’umanità. Qualcosa al limite tra il pazzesco e il colossal cinematografico.

I ROCKEFELLER, LE SEDI EUROPEE E LE SOCIETA’ SEGRETE

Citato il gruppo Rockefeller e la plenipotenziaria Trilateral Commission (Rockefeller, Brzezinski e Kissinger) per l’America, i quartieri generali operanti in Europa si trovano a Roma, Londra, Parigi, Bruxelles e Berlino. I collegamenti vengono tenuti tramite una rete di società segrete che rispondono ai nomi della Massoneria, dei Templari, dei Cavalieri di Malta, dei Gesuiti.

IL DOMINIO DELLE BANCHE, DELLA MONETA E DELLA GENTE

Le dinastie Rothschild e Rockefeller (medesima linea di sangue, nota bene) sono alla base di questa struttura e dominano le banche, la medicina farmaceutica e le politiche governative sulla salute in tutto il pianeta terra, allungando i loro tentacoli sulle sementi, sui concimi, sull’agricoltura e sull’agroalimentare. In altre parole hanno il controllo del Codex e dell’intero sistema medico-farmaceutico e agroalimentare. Il loro obiettivo finale, che è poi quello noto e dichiarato del NOM (Nuovo Ordine Mondiale), è una banca mondiale centrale, una valuta unica mondiale elettronica, un esercito internazionale stile ONU ma armato (non si fidano troppo dei marines e dei soldati americani), e una popolazione mondiale sistematicamente microchippata.

LA TECNOLOGIA DEI MICROCHIP

Il piano degli illuminati NOM per il mondo include una selezione di massa e l’inserimento di microchip su ogni uomo, donna e bambino del pianeta Terra. I microchip di prima generazione erano già realizzati nel 1997, quando uno scienziato della CIA spifferò che tali aggeggi erano talmente piccoli da potersi inserire con aghi ipodermici nei programmi di vaccinazione.

I VERICHIP E GLI AGHI IPODERMICI

A quei tempi sembrava fantascienza, come succede con gli tsunami artificiali e con le scie chimiche. Invece era verità concreta, tanto che gli studi sono andati avanti. Oggi esistono i verichip che, guarda caso, si inseriscono mediante aghi ipodermici, come volevasi dimostrare. Con l’assistenza delle nanotecnologie, le operazioni si fanno senza che nessuno se ne accorga.

METTERE FUORILEGGE OGNI VACCINAZIONE

I microchip sono basilari per la riduzione delle spese militari e per il facile controllo della popolazione, per l’eliminazione pronta ed immediata degli indesiderati e degli scomodi, senza nemmeno andare a cercarli. I microchip consentono di rintracciare chiunque 24 ore su 24, 7 giorni su 7. E si va molto oltre il semplice controllo. Uccidere qualcuno a distanza, diventa un giochino istantaneo.

Sembrano cose folli ed allucinanti. Non è il caso di abbassare la guardia.

Questi pazzoidi vogliono accedere ai nostri corpi e a quelli dei nostri figli per una ragione che nulla ha a che vedere con la salute. Non dobbiamo soccombere ad alcuna vaccinazione.

Dott. Valdo Vaccaro (AVA-Roma e ABIN-Bergamo)

Queste sono realtà che la maggioranza dei cittadini disconosce, purtroppo.

Informatevi e fatene tesoro, non dimenticando che la prevenzione è la miglior terapia quando viviamo l’illusione di buona salute.

Share