Un seminario speciale

Dott.Luisa Federici Psicologa


“Psicologia della gravidanza e dei primi anni del bambino”


Per esservi vicini in quei momenti, per indirizzarvi e soprattutto per farvi vivere con maggiore consapevolezza una delle tappe più importanti della vita sapendo come affrontare le problematiche emotiveinerenti all’evento.
Emozioni

Cosa sono le emozioni?

Wikipedia, l’enciclopedia libera, definisce un’emozione come uno stato mentale e fisiologico associato a modificazioni psicofisiche, a stimoli esterni o interni, naturali o appresi.

In termini evolutivi la loro principale funzione consiste nel rendere più efficace la reazione dell’individuo a situazioni in cui si rende necessaria una risposta immediata ai fini della sopravvivenza, reazione che non utilizzi ciò processi cognitivi ed elaborazione cosciente.

Le emozioni rivestono anche una funzione relazionale (comunicazione agli altri delle proprie reazioni psicofisiologiche) ed una funzione auto regolativa (comprensione delle proprie modificazioni psicofisiologiche).

Si differenziano quindi dai sentimenti e dagli stati d’animo.

Le emozioni vengono espresse universalmente da tutti in qualsiasi luogo, tempo e cultura, attraverso modalità simili. L’alessitimia è l’incapacità o l’impossibilità di percepire, descrivere e verbalizzare le proprie o le altrui emozioni.

Il neonato evidenzia tre emozioni fondamentali che vengono definite innate:paura, amore e ira.

Entro i primi 5 anni manifesta altre emozioni fondamentali quali, vergogna, ansia, gelosia ed invidia. Dopo il sesto anno di età il bambino è capace di mascherare le sue emozioni e di manifestare quelle che gli altri si aspettano da lui.

Le emozioni primarie, secondo una recente definizione di Robert Plutchik, sono otto, divise in quattro coppie:rabbia-pauratristezza-gioiasorpresa-attesadisgusto-accettazione. Dalla combinazione delle emozioni primarie derivano le altre, secondarie o complesseallegria, vergogna, ansia, rassegnazione, gelosia, speranza, perdono, offesa, nostalgia, rimorso e delusione.

Nella vita adulta ci accorgiamo che le emozioni non ci possiedono, ma siamo noi a determinarle attraverso la produzione di idee più o meno corrette. Esse non si creano in maniera involontaria ma dipendono dal tipo di idea che generiamo attraverso elaborati di pensiero, secondo il seguente schema:

STIMOLO DEL MONDO ESTERNO
IDEA – POSITIVA O NEGATIVA

EMOZIONE – POSITIVA O NEGATIVA

“Emozione” deriva da “Ex Moveo” che significa “spingere fuori”.

Quale emozione maggiore di quella di scoprire di aspettare un bambino?

La futura mamma cambia piano piano il suo aspetto e modifica anche la sua sensibilità e la sua psicologia.

Il papà vive un periodo intenso di trasformazione perché è sempre più coinvolto in qualche cosa che prima lo vedeva escluso perché considerato solo da “donne”. Anch’egli modifica la sua psicologia prima e dopo l’evento. Si sente unito e partecipe finché dura il periodo di gestazione ma può sentirsi escluso appena nato il bimbo e durante l’allattamento. Scosse sottili di emozioni si intrecciano in questo periodo, turbamenti, incertezze e timori. Conoscerle per viverle in tutta la loro intensità e per saperle gestire al meglio.

Essere preparati praticamente è un buon segnale di organizzazione, tutto deve essere pronto per il nascituro, corredino, culla, lettino, bagnetto, giocattoli, passeggino, ecc…

Ma i genitori come si sentono? Che emozioni provano? C’è quel senso di stanchezza e depressione che sembra svuotarci …come fare a superarlo?

Il seminario di un giorno “Psicologia della gravidanza e dei primi anni del bambino” si propone di esservi vicini in quei momenti per indirizzarvi e soprattutto e per farvi vivere con maggiore consapevolezza una delle tappe più importanti della vita sapendo come affrontare le problematiche emotive inerenti all’evento.

I partecipanti potranno esporre i proprio dubbi e le proprie eventuali problematiche ai relatori che saranno lieti di collaborare.

Il seminario sarà tenuto dalla Dott.ssa Luisa Federici, Counselor e Psicologa; coinvolgente oratrice, partecipa ai Corsi e Seminari della Ferrari, imprimendo profondità culturale e semplicità comunicativa straordinariamente.

Parteciperà inoltre il Dr. Danilo Manuel Bottura, Psicologo e Studioso di tecniche di miglioramento personale, docente nei seminari proposti dalla Ferrari per la Crescita e lo Sviluppo.

Giorno e orario: Sabato 5 Marzo 2011 dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.30
Costo del seminario: € 100 (obbligo di acconto € 50, saldo in sede del seminario)
Sede del seminario: Vimercate, Via Martiri Di Cefalonia, 12

* L’organizzazione si riserva di apportare eventuali modifiche al presente seminario
per una migliore riuscita dello stesso.*

per iscrizioni e per maggiori informazioni
http://seminari-ferrari.blogspot.com/

Share