I dolori alla schiena: di Domenico Scarpa

LA COLONNA VERTEBRALE

Paola mi domanda ed io gli rispondo: ho 29 anni  soffro di mal di schiena da 4 mesi circa, ho fatto diverse visite mediche specialistiche, ho fatto T.A.C. risonanze magnetiche  tutte risultate negative, alcuni medici hanno collegato la sintomatologia al fatto che sto vivendo un momento poco felice della mia vita, per cui essendo particolarmente stressata avrei un abbassamento della soglia di sopportazione del dolore per cui sarei troppo apprensiva.

Ultimamente sono stata visitata da un medico specializzato in medicina omeopatica che mi ha diagnosticato un dolore lombare riferito.
.

Scusami Domenico posso chiederti che cosa si intende per dolore lombare riferito ? .
.

Paola amica cara perché non dovrei risponderti ? .
.

Nel 1983 frequentai un corso di massaggio riflesso della schiena  condotto dal Dr Stefano Maria Tadonio  e dal professor Antonio Monti  docente di anatomia e fisiopatologia all’università di Pavia,  per cui da tali medici appresi che:

la schiena si poteva dividere in 4   quadranti: dal  quadrante  cervicale si dipartivano  delle radici nervose  che innervavano  gli arti superiori, dal quadrante dorsale si dipartivano delle radici nervose che innervavano Cuore, Polmoni, e tutto l’albero respiratorio, Dal quadrante lombare prossimo alle dorsali  le radici nervose si inserivano nello Stomaco, nella Milza, nel Pancreas, Intestino Tenue,  nel quadrante lombare inferiore le innervazioni interessavano Reni, Intestino Colon. La zona sacrale le suddette radici  interessano gli organi pelvici cioè Utero, Ovaie, Prostata, Testicoli Vescica, Ureteri, ed Arti Inferiori.
.

Da questo si può dedurre che:
Le Lombalgie possono non essere legate a patologie della colonna vertebrale, come accade di frequente, specie in pazienti con obiettività e segni locali muscoloscheletrici negativi. Esso possono derivare da patologie o disfunzioni degli organi toracici, addominali, retroperitoneali, pelvici o da infezioni sistemiche.
.

Le malattie o le disfunzioni degli organi endotoracici causano, peculiarmente, un dolore riferito ai tratti dorsali superiore e medio del midollo spinale; le malattie dei quadranti addominali superiori provocano dolore riferito ai segmenti dorsali inferiori del midollo, mentre quelle dei quadranti inferiori irradiano il dolore al tratto lombare; le patologie pelviche provocano dolore riferito al sacro.
.

Un dolore in sede toracica posteriore alta o media dovrebbe indurre a sospettare un aneurisma dell’arco dell’aorta; mentre una dissezione lungo l’aorta discendente o addominale può provocare dolore grave in sede toracica bassa o in sede lombare. La presenza dei reperti circolatori tipici dell’aneurisma e l’assenza di segni di patologie vertebrali fanno porre la diagnosi. Anche nell’occlusione trombotica dell’aorta addominale (sindrome di Leriche) i reperti circolatori sono determinanti nel differenziare questi dolori al dorso, alle natiche, alle cosce ed alle gambe, con ipotonia, da quelli, simili, da ernia del disco.
.

La lombalgia riferita, originata da patologie che interessano stomaco, duodeno, pancreas e colecisti, si presenta, spesso, con caratteristiche identiche del dolore dell’organo colpito: compare a digiuno o dopo il pasto, viene alleviata da antiacidi o antispastici, può avere andamento stagionale.
Spesso patologie retroperitoneali esordiscono in sede paralombare o ai fianchi (pielonefriti, ostruzione ureterale, calcolosi renale, ascesso renale, emorragie, ecc.).
.

A volte una forte distonia neurovegetativa può effettivamente dare dei dolori anche molto forti alla colonna vertebrale, senza che la persona abbia delle malattie. Io come mi comporterei nel tuo caso ?
.

Visto che sei già stata visitata e curata da altri specialisti, mi farei curare dal medico omeopata. Io quando ero ancora attivo lavoravo in un centro medico nelle qualità di massoterapista, assieme alle cure del medico omeopata   ho sempre ottenuto dei buoni risultati con la riflessologia plantare , e con il massaggio riflesso  della schiena secondo la medicina tradizionale cinese, perché ?
.
Perché con la riflessologia dei piedi  e della schiena  andavo a stimolare delle zone che corrispondevano al Plesso solare, all’ipofisi, al rene, alla vescica, alle surrenali, al pancreas, alla milza allo stomaco, al cuore.

Con la tecnica del massaggio riflesso della schiena  insegnatomi dal Dr Stefano Maria Tadonio  confezionavo una meravigliosa arte capace di dare un potentissimo stimolo per promuovere nel cervello un pronto intervento delle capacità sanatrici naturali del corpo umano che  ha contro qualsiasi malattia.
.

Le arti naturali del massaggio INTEGRANO  ma non   sostituiscono le cure mediche.
.

Integrare non significa sostituire, ma significa rafforzare, e allora, scusate tanto !
.

Perché non si dovrebbe rinforzare le capacità difensive del corpo umano, con il massaggio fatto a mano ?????.
.

DOMENICO SCARPA , MANI SAPIENTI.

Via Cascina Nuova, 39  Settimo Torinese  Torino
Cell. 338-88.63.81 Riflessologia piedi e schiena Linfodrenaggio e Shiatzu.

RIVOLGITI SEMPRE A PERSONALE SUPER SPECIALIZZATO!

UN AFFETTUOSO SALUTO DA : WWW.UNUOMOEILSUOSOGNO.COM

Imago dal web

.

Share