Cefalea Ipnica: di Scarpa Domenico

DOMENICO SCARPA ABILISSIMO MASSAGGIATORE

Chi dorme non piglia pesci, diceva un vecchio adagio. Ma può pigliarsi una cefalea ipnica!

E’ una forma di mal di testa rara, ma non rarissima, e molto bizzarra.
• Chi colpisce: uomini e donne senza grandi differenze
• Età: solitamente dopo i 50 anni. E’ più frequente negli anziani
• Sede: bilaterale
• Tipo di dolore: sordo, “come un peso”


• Intensità: moderata
• Durata: da 15 minuti a 180 minuti (in media 30-60 minuti)
• Orario di comparsa: solo durante il sonno notturno (in alcuni casi durante il sonnellino pomeridiano). Mai da sveglio .
• Frequenza: spesso è molto frequente (almeno 15 notti al mese)
• Fenomeni associati: rari
• Fattori scatenanti: sonno
• Come si cura: con il caffè!

Sembra impossibile ma è proprio così. Prendendo una tazza di caffè forte prima di andare a letto il paziente non ha più dolore! E dorme profondamente.
Cosa diceva a proposito il medico orientale con cui ( da massaggiatore) ho lavorato .
Se una cefalea colpisce dopo i 50 anni, e con frequenza negli anziani, è perchè dopo una certa età le capacità naturali del cervello umano di prodursi delle sostanze ormonali a funzione antalgiche rallentano per cui si diventa più sensibili al dolore, con il sonno il calo naturale si evidenzia ancora ulteriormente, perché di notte l’organismo umano deve riposare, e quindi riduce all’indispensabile il suo funzionamento per cui i dolori, che in stato di veglia vengono maggiormente controllati subiscono un calo, questo và ad interessare anche particolari organi e ghiandole del corpo umano come reni, surreni, fegato che

com’è noto producono degli ormoni anche gli organi interni come ad esempio i reni e le ghiandole surrenali subiscono un rallentamento fisiologico, venendo a mancare le sostanze ormonali come le Endorfine si avrà un aumento dei sintomi del dolore.
Infatti questa cefalea viene scatenata dal sonno !.

Secondo il medico orientale bisogna rinforzare le capacità difensive e sanatrici che esso ha , e come ?
Con le cure di un medico omeopatico con le cure di un medico specialista in scienza dell’alimentazione .

Da non dimenticare che esistono delle cure complementari dove vengono utilizzate delle metodiche di tecniche manuali che mirano a potenziare le indiscusse capacità sanatrici e difensive proprie del corpo umano .

Il medico con cui lavoravo consigliava la riflessologia dei piedi e della schiena , ed io che ero l’esecutore pratico , mettevo in atto un trattamento di manipolazioni sui centri nervosi di piedi e schiena , regalando a loro sempre un beneficio .
Un cordiale saluto a tutti

Share