Perché il pensiero positivo a volte non funziona ?

ALDO MAURO BOTTURA E ALESSANDRO (magnifico bambino)

Ce lo siamo sentiti dire tutti quanti: “Pensa positivo, pensa positivo, pensa positivo!.

Il fatto è che costringerci a pensare positivo ha ben poco valore quando si tratta di apportare cambiamenti permanenti alla nostra vita.

Certo, possiamo sforzarci di pensare positivo per qualche minuto, o per un giorno, ma appena incontriamo un ostacolo, un’opposizione, qualche contrasto, il pensiero positivo va a farsi benedire. Quelli di noi che sono davvero determinati continuano a sforzarsi di pensare positivo, pur di fronte al fatto che non si sentono affatto positivi.

Ma non importa, bisogna continuare ad essere positivi, giusto?

Se continuiamo a pensare positivo, prima o poi diventeremo più positivi e la nostra vita sarà migliore. Giusto?

Beh, questo è quanto ci hanno detto.

Tuttavia, il fatto di sforzarci di pensare positivo, nella maggior parte dei casi, finisce di solito per creare frustrazione e far perdere la fiducia nel potere del pensiero.

RIPROGRAMMARE IL PROPRIO “SOFTWARE PER LA CREAZIONE”

La soluzione sta nel ricreare noi stessi per diventare persone positive.

Una volta che sei diventato una persona positiva, i pensieri positivi ti vengono spontaneamente. Non si tratta più di una cosa che ti devi costringere a fare, bensì del tipo di persona che sei diventato.

La maggior parte di noi agisce secondo una modalità che io definisco “automatica”, e lo facciamo per la maggior parte del tempo. Quando siamo in questa modalità, siamo letteralmente inconsapevoli di tutto ciò che stiamo pensando, dicendo e facendo.

Stiamo agendo in base al nostro “software per la creazione”.

L’unico modo in cui possiamo davvero pensare positivo è quando il nostro “software” è divenuto positivo. In questo modo non è necessario alcuno sforzo, e anche quando stiamo agendo in modalità automatica, produciamo lo stesso pensieri, parole e azioni positivi.

Tutto comincia quando si diventa consapevolmente attenti (o quando, come dico io, si attiva la modalità “manuale”) a scoprire il “software conflittuale” o i “bachi” che ci impediscono di essere positivi.

Quindi, uno alla volta, possiamo riprogrammare questi bachi in modo che il nostro “software per la creazione” divenga sempre più positivo.

Non si tratta di qualcosa che accade da un giorno all’altro, naturalmente.

Più bachi riusciamo a trovare e a riprogrammare, più diventiamo positivi.

Più positivi diventiamo, più cominciamo a reagire o ad agire in modo positivo senza alcuno sforzo.

Penso che sia esattamente questo il motivo per cui la gente si arrende.

Gli hanno detto che basta pensare positivo e tutto cambierà.

Alle prime avvisaglie di un “problema”, si rendono conto che l’unico modo per pensare positivo in quel momento è per loro costringersi a farlo.

Naturalmente, ciò non li fa sentire bene, crea frustrazione, ed ha esattamente l’effetto opposto a quello che si intendeva.

Il passo successivo è che le persone in questione pensano che questa “roba” del pensiero positivo non funziona proprio.

Naturalmente, si tratta di un dramma reale, perché queste persone magari non si renderanno mai più conto del vero potere del pensiero, o non riproveranno mai a metterlo in pratica.

La domanda da porsi non è:

 “Come faccio a pensare positivo?” ma piuttosto,

 “Perché non penso positivo già da ora?”

Perché la mia reazione naturale a qualsiasi avvenimento, persona o esperienza si esprime in maniera negativa?

Non appena cominciamo ad affrontare le risposte a queste domande, ci avviciniamo a creare un essere più positivo, capace di creare spontaneamente i pensieri positivi che desideravamo fin dall’inizio.

E’ fondamentale tenere a mente che creiamo il nostro mondo a partire da dentro di noi, e non viceversa.

Pertanto, cercare di sforzarci a pensare positivo quando non è ciò che sentiamo davvero dentro di noi è un po’ come chiedere ad uno…..di volare.

A proposito di pensiero positivo, rivolgiamo a tutti l’invito di leggere attentamente il sito

www.ferrari-casaesalute.it  parliamo di salute, prevenzione e con Aldo Mauro Bottura di Crescita e Sviluppo personale, vedi http://www.aquiledicristallo.com/corsi-e-seminari/tutti-i-nostri-corsi . Fantasticooooooo!

 

Se dopo la lettura desiderate chiarimenti o approfondimenti, scriveteci o telefonateci. Saremo ben lieti di esservi utili.

Pensa positivo! Vuoi un esempio? Incontra Aldo! 

Share