Lesioni muscolari 4° di Domenico Scarpa

DOMENICO SCARPA

Distrazioni, stiramenti e strappi muscolari che possono essere determinati da cause endogene( Interne all’organismo ) più frequentemente in seguito a sforzi particolari e a contrazioni muscolari brusche ed improvvise sono, in genere, predisposti proprio dall’affaticamento ( accumulo di metaboliti acidi nelle fibre muscolari ).

Comunque anche altri fattori condizionano le lesioni muscolari: insufficiente adattamento muscolare agli sforzi per carenza di preparazione atletica, mancanza di coordinazione neuromotoria per errore di tecnica, insufficiente riscaldamento muscolare pregara, situazione ambientale e condizioni metereologiche sfavorevoli, fattori psichici dell’atleta quali emotività o scarsa concentrazione che agiscono sul tono muscolare e, quindi, sulle caratteristiche fisiche del muscolo.

Dopo il riposo per la rieducazione sono da preferire i movimenti attivi di distensione muscolare che deve essere progressiva, completa ed indolore.

Se vi è stata immobilizzazione usare ultrasuoni per evitare aderenze o retrazioni, stimolazioni elettriche e graduale lavoro contro resistenza e di distensione muscolare anche per gli antagonisti.
Le lesioni acute tendinee si verificano, in genere, a carico dei tendini in preda a processi flogistici o degenerativi che ne hanno indebolito la resistenza.
I microtraumi ripetuti portano alla costante irritazione della zona dove si inserisce il tendine e, durante i movimenti, avvengono piccoli strappi in alcune fibrille. In tendini affetti da paratendiniti, la lesione è preceduta da manifestazioni dolorose, in tendini affetti da tendinosi rappresenta invece un fenomeno improvviso. Il dolore appare improvviso e violento con sensazione di corda che si rompe, ecchimosi locale e comparsa di tumefazione globosa del muscolo retratto con limitazione funzionale articolare.

Lo sviluppo tendineo richiede suturazione ed immobilizzazione con un apparecchiatura gessata che include tutto l’arto inferiore con la posizione del piede in equinismo cosi da tenere il tendine in posizione di rilassamento con l’arto sollevato, con deambulazione senza carico, cioè con stampelle .

DOMENICO SCARPA , MANI SAPIENTI.

Via Cascina Nuova, 39  Settimo Torinese  Torino  Cell. 338-88.63.81 Riflessologia piedi e schiena Linfodrenaggio e Shiatzu.

RIVOLGITI SEMPRE A PERSONALE SUPER SPECIALIZZATO!

Share