Consapevolezza.

ALBERT SCHWEITZER

Come ho sempre predicato, sono le nostre scelte a determinare i nostri stati d’animo. 

Anche relax e benessere richiedono decisioni, scelte ed azioni appropriate.

Può essere utile adottare un vero e proprio piano d’azione in modo da rendere più efficaci e funzionali i nostri sforzi. Proprio come per un viaggio.

Il primo punto è senza dubbio definire con precisione cosa vogliamo ottenere, dove vogliamo andare, cioè la nostra “META”.

Spesso sappiamo perfettamente cosa non vogliamo più avere, fare ecc.

Probabilmente dentro di noi abbiamo un’idea di cosa vorremmo, ma in realtà troviamo difficoltà nell’esprimerlo in termini pratici.

Occorre analizzare nel profondo cosa desideriamo veramente, e fare leva sui nostri valori e sulle nostre motivazioni profonde per trovare la forza, il motivo che ci spinge ad agire.

LO SCALATORE E LA SUA META PROGRAMMATA

Solo dopo aver definito la nostra meta, potremo realmente metterci in viaggio.

Soltanto dopo questa attenta riflessione su se stressi deve seguire l’azione.

Spesso ci lamentiamo, o ci limitiamo a sognare qualcosa di diverso, ma poi non facciamo assolutamente nulla per cambiare effettivamente le cose.

Altre volte ci muoviamo a casaccio, senza avere la più pallida idea di quello che stiamo facendo.

Senza un’azione appropriata, una strategia efficace, difficilmente riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi.

Un’altra abilità da sviluppare è la capacità di visualizzare costantemente le proprie azioni.

Occorre essere consapevoli delle conseguenze dei nostri comportamenti, sia nel presente, che per il futuro.

A volte capita di accorgersi di aver “sbagliato strada” soltanto quando arriviamo a destinazione.

Monitorando con attenzione le nostre azioni, abbiamo anche la possibilità di modificare per tempo qualcosa, di correggere la rotta, in modo da arrivare il prima possibile a destinazione superando ostacoli, imprevisti e difficoltà con maggiore efficacia.

Prendiamoci ogni tanto qualche piccola pausa per ricaricare le pile, in modo da riprendere il viaggio in condizioni di forma ottimali. Ed infine, coccoliamoci un po’!

L’abitudine di concedersi qualche piccola gratificazione, al raggiungimento di ogni piccolo o grande risultato è davvero utilissima e rende davvero migliori le nostre giornate.

Ho trovato molto utile questo schema, ti invito a provarlo in modo da apprezzarne anche tu i benefici. Buon viaggio!!! 

 
 

LA META

1.  Conosci la tua meta

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare  (Seneca)

2.  Mettiti in azione

I nostri dubbi sono traditori e ci fanno perdere il bene che potremmo ottenere perché abbiamo paura di tentare.  (William Shakespeare)

3. Sviluppa le capacità per monitorare il tuo viaggio 

Utilizza i tuoi problemi come feedback utili per aiutarti a navigare in una rotta che punti verso il tuo destino e sii grato per questi doni.  (A. Robbins)

 

UN ESEMPIO DI PERSEVERANZA

4. Modifica i tuoi comportamenti finché non ottieni quello che vuoi

Non mi scoraggio perché ogni tentativo sbagliato scartato è un altro passo avanti(Thomas Edison)

5. Affila la lama 

 E il settimo giorno si riposò…

6. Concediti gratificazioni

 Chi semina raccoglie


Ascoltare buoni consigli è semplice, applicarli nella vita un pò meno semplici, farne un modello di vita, rischi di vivere immersi in una felicità senza limiti.

FANTASTICOOOOOOOOOOOOO!

 

ALDO MAURO BOTTURA

« Riflettere sull’etica dell’amore per tutte le creature in tutti i suoi dettagli: questo è il difficile compito assegnato al tempo in cui viviamo. »
 
(A.Schweitzer, Rispetto per la vita, pp.90-91)
Share