Come conoscere e superare la Timidezza.

ALDO MAURO BOTTURA SCRITTORE FORMATORE BIONATUROPATA

La timidezza è un termine generico. Solitamente viene utilizzato per distinguere tutte quelle forme di imbarazzo che si possono avvertire in presenza degli altri.

E’ sicuramente un tipo particolare di ansia sociale, determinata dalla tendenza a mantenersi in “ombra”, evitare di prendere iniziative, è un impaccio nelle interazioni sociali, pur con il desiderio di affrontare certe relazioni.

La timidezza determina un disagio interiore che a sua volta determina una goffaggine esteriore.

Il timido è un mondo contrassegnato da inibizione ed irrigidimento comportamentale.

La timidezza può portare a complicazioni psicologiche con conseguenze quali: la depressione, il ricorso all’alcool e o a droghe, alla solitudine, ecc…

DOTT.SSA LUISA FEDERICI PSICOLOGA E FORMATRICE.

Ciò che maggiormente provoca disagio nei timidi, sono gli sconosciuti, le persone dell’altro sesso, parlare in pubblico, trovarsi in un gruppo numeroso, avere uno “status” sociale inferiore a quello dei propri interlocutori, sentirsi inferiori per molti altri motivi.

I docenti di questo seminario sono:

Aldo Mauro Bottura Geobiologo e Formatore & la Dott.ssa Luisa Federici Psicologa. 

  

 

Share