Che cos’è la TECARTERAPIA??

Risposta :

DOMENICO SCARPA MASSOTERAPISTA PROFESSIONALE UN UOMO UN ESEMPIO DI CAPACITA' ED ESPERIENZA

La tecarterapia (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una tecnica che stimola energia dall’interno dei tessuti biologici, attivando i naturali processi riparativi e antiinfiammatori.

 La sua ragione d’essere sta nella constatazione che ogni patologia osteo-articolare e dei tessuti molli rallenta e modifica i processi biologici che stanno alla base della riparazione del danno subito , tutto questo avviene grazie ad un effetto termico endogeno (cioè che nasce dall’interno).

Gli effetti della tecarterapia sono un aumento dell’attività metabolica con aumento della produzione di ATP (e quindi una velocizzazione della riparazione), un aumento della circolazione ematica e del drenaggio linfatico a causa della vasodilatazione da calore (e quindi una migliore ossigenazione dei tessuti e il riassorbimento degli edemi).

Il vantaggio della tecarterapia rispetto ad altre terapie energetiche è che, poiché l’energia proviene dall’interno, è possibile interessare anche strati profondi, non trattabili con trasferimenti esterni di energia per i danni alla cute causati dalle energie emesse.

Qual è l’efficacia? Gli studi sono ancora limitati, alcune testimonianze (atleti) ne parlano veramente bene, soprattutto per lesioni muscolari acute e traumi distorsivi.

Da un’analisi di alcune ricerche universitarie sembra si possa affermare che i tempi di recupero sono all’incirca dimezzati.

Attenzione : Chi giudica l’efficienza di un centro fisioterapico solo dal fatto che ha la strumentazione a tecnologia avanzata commette un grande errore, chi vi dice che uno studio fisioterapico non è tale se non ha l’apparecchio tecar, è molto scorretto , fa il discorso del venditore di spazzole porta a porta.
 

 

Nel 1972 anno in cui ho fatto la scuola di massoterapista ,fino al 2001, le scuole di massoterapia e massofisioterapia avevano un insegnante che aveva una grandissima esperienza pratica vissuta per cui lui da autentico maestro ti insegnava delle tecniche antiche per scatenare le immense risorse del corpo umano per difendersi e per autoriparare i danni subiti.

Essi venivano chiamati MAESTRI a cui tutti portavano rispetto e devozione .

Gli si dava del Lei, e noi allora giovani apprendisti con umiltà ascoltavamo in silenzio e devozione i consigli di vita professionale del Maestro, il mestiere si catturava con gli occhi, e tutti prestavamo alla massima attenzione a quello che lui faceva, perché erano lezioni di vita irripetibili .

Oggi è tutto diverso, circa 6 anni fa le scuole di massofisioterapia sono state chiuse, per cui chi intende svolgere quella professione è obbligato a iscriversi all’università con la speranza di superare una selezione molto restrittiva dal numero dei posti disponibili in rapporto al numero degli aspiranti.

Hanno fatto un pour parlè diabolico dicendo che facendo cosi i futuri operatori di questo settore avrebbero avuto una maggior preparazione.

Infatti hanno preparazione teorica da medici, però non riesco a capire come questi ragazzi possano diventare meglio dei massofisioterapisti, se la massoterapia ( le cure con massaggi ) non è più una materia scolastica per cui NON viene insegnata.

Chi insegna a costoro come è possibile ottenere grazie all’utilizzo di vari balsami e unguenti gli straordinari risultati che hanno ottenuto in miglia di anni i “vecchi “ maestri del settore ? Chi insegna a costoro come si utilizza il calore i il freddo, il caldo umido, il caldo secco.

Ma come viene studiato con meticolosità il sistema nervoso centrale, l’apparato locomotorio, le funzioni di organi e visceri, e poi non gli si dice che esistono delle tecniche di medicina manuale capaci di sollecitare le immense capacità sanatrici del corpo umano ?

Ma come si dà un enorme rilievo alla Neurologia, e si nasconde del tutto quelle meravigliose metodiche di medicina manuale, che hanno sempre dato dei risultati molto confortanti, ma secondo voi tutto questo è logico?

Però , ecco che spunta l’informatore scientifico che ti informa che esiste una macchina che velocizza i processi naturali riparativi del corpo umano.

Un vero professionista di quella macchina può farne a meno ?
Certo !!!! esistono delle metodiche antichissime dove senza spendere 10.000 € ( costo della tecar ) si possono dare gli stessi risultati ! una di queste è la MOXA .

 

Io non sono contrario al processo tecnologico, ma non accetto le capacita e la furbizia del venditore del macchinario, che per combinare i suoi affari cerca, di convincermi che la sua macchinocchiola vale più delle millenarie arti della medicina manuale .

Un cordiale saluto a tutti.

DOMENICO SCARPA
Massoterapista

ALDO MAURO BOTTURA
BIO-NATUROPATA

Share