Candidosi, la sindrome silenziosa…..

MASSIMO PIACENZA MEDICO E NATUROPATA

 

CANDIDA ALBICANS

 

La candidosi è una infezione fungina causata principalmente da Candida Albicans, sebbene esistano almeno una settantina di ceppi differenti, dei quali fortunatamente solo alcuni sono patogeni per l’uomo. La definiamo silenziosa perché la maggior parte delle persone affette da tale infezione non ne è a conoscenza, visti i sintomi subclinici, al giorno d’oggi alquanto sfumati o male interpretati.

Si tratta di funghi opportunisti per eccellenza. Nella maggior parte dei casi le lesioni interessano le mucose (mughetto, vulvovaginiti), più di rado la cute (intertrigine) e le unghie (onicomicosi). A volte la localizzazione può essere agli organi profondi e può ingenerare quadri clinici gravi o gravissimi, con l’interessamento dei polmoni o dei reni ad esempio, ma non è raro trovare una localizzazione anche al canale auricolare, segnalata magari da un fastidioso prurito.

La maggior parte delle persone in buona salute è portatrice sana di Candida, che ritroviamo nell’intestino tenue e nel colon e non contrae infezioni conclamate, questo perché il sistema immunitario provvede a mantenere una linea difensiva in tal senso.

E’ opinione ormai diffusa che la crescita della Candida Albicans possa essere una concausa delle malattie croniche degenerative, immunologiche e possa predisporre  all’insorgenza delle allergie.

Il contagio avviene per contatto nelle persone predisposte, per via sessuale od orale, ma la Candida può essere presente nell’aria e nel cibo. Un neonato può venire a contatto con questo fungo durante il transito lungo il canale vaginale al momento del parto.

La variazione in forma patogena aggressiva avviene in presenza di un abbassamento dell’energia difensiva, in pratica un abbassamento delle difese immunitarie.

 

Questo indebolimento può essere dovuto ad innumerevoli cause, ne citiamo alcune:

 

  • eccesso di zuccheri raffinati nell’alimentazione, tra i quali il saccarosio è il principale imputato
  • eccesso di lieviti nell’alimentazione
  • amalgame dentarie (argomento che sarà trattato prossimamente)
  • terapie antibiotiche
  • terapie cortisoniche
  • anticoncezionali e terapie ormonali
  • alimenti con eccessiva quantità di radicali liberi, cibi spazzatura
  • diabete ed altre malattie endocrine
  • sovrappeso
  • farmaci immunosoppressori
  • stress emotivo
  • radiazioni e geopatie.


E’ necessario quindi controllare di non essere affetti da una tale patologia, che viene per lo più sottovalutata o non presa in considerazione nella genesi di altri disturbi.

 

Anche in questo caso ci viene in aiuto il Test Chinesiologico, metodica semplice e non invasiva che permetterà di identificare se il nostro organismo è sofferente per una tale infezione e di attuare le contromisure adatte all’eliminazione della problematica, che potranno riguardare la correzione dell’alimentazione e l’eliminazione delle altre cause che portano all’indebolimento del sistema immunitario, anche di tipo emotivo.

Per prenotare un check-up completo o per esporre il tuo problema contattaci scrivendoci qui e ti verrà risposto il più presto possibile.

di Massimo Piacenza.

Share